Mavrovo Caving Project 2018

Grotta Ubavica

Un modello di riscoperta, valorizzazione e turisticizzazione speleologica

 

Una importante quanto gratificante attività si è affiancata al progetto “Mavrovo”. Da Maggio 2018, infatti, Persephone Esplorazioni collabora con il Gruppo Speleologico macedone Korabi ed il comune di Gostivar alla realizzazione di un progetto biennale che rientra nel Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP – United Nations Development Programme), dal titolo: “Empowering local actors to explore, research and conserve natural heritage of Cave Ubavica”.

Il progetto promosso dal Ministero dell’Ambiente Macedone, realizzato dall’UNDP e finanziato dall’Unione Europea, nell’ambito di un programma di interventi per lo sviluppo sostenibile e la tutela di alcune aree specifiche e parchi della Macedonia, ha come obiettivo appunto quello di valorizzare, tutelare e studiare la grotta di Ubavica, situata nei pressi del villaggio di Gjonovica.

attività di campionamento geologico e biologico (sinistra),

rilievo 3D con laser scanner nella  Grotta Ubavica (destra)

Attraverso le analisi in situ e in collaborazione con laboratori specializzati, unitamente alla documentazione prodotta sulla grotta, si vuole istituire un vero e proprio laboratorio didattico permanente, in cui si possano realizzare iniziative ed attività su tematiche ambientali rivolte principalmente a bambini e ragazzi. Mediante esperienze pratiche in grotta, promosse e organizzate dal gruppo Korabi, si cercherà di contribuire alla formazione di una coscienza collettiva più profonda dell’ambiente che ci circonda e dei delicati equilibri che lo determinano.

Nell’ambito del progetto, l’Associazione Persephone si è resa disponibile a svolgere numerose attività. È stato realizzato un vero e proprio Corso di Introduzione alla Speleologia rivolto a nuovi speleologi locali con lezioni frontali ed una serie di uscite in grotta. Questo ha permesso di potenziare l’organico del “neonato” gruppo Korabi, al fine di migliorarne le capacità individuali e favorire una più intensa attività speleologica nell’area in futuro. In questo contesto l’Associazione si è inoltre resa disponibile per la traduzione in lingua macedone ed albanese del manuale “Appunti di Tecnica”, edito dalla Società Speleologica Italiana. Questo strumento sarà sicuramente molto utile in futuro per diffondere in territorio macedone la metodologia di insegnamento ai corsi e le tecniche speleologiche di base.

Inoltre, sono state svolte una serie di attività specifiche relative alla grotta di Ubavica, tra cui campionamenti geologici, campionamenti di materiale biologico e microbiologico, e non per ultimo analisi per determinare la caratterizzazione chimico-fisica delle acque. Per quello che concerne l’aspetto delle analisi della parte vivente della grotta, sono stati effettuati prelievi delle patine microbiologiche esistenti sulle pareti dell’ambiente ipogeo. Ciò è stato effettuato al fine di caratterizzarne la diversità biologica, traendo così importanti informazioni sulla base organica sulla quale il “sistema grotta” poggia. Inoltre, sono stati effettuati campionamenti riguardanti la fauna invertebrata e vertebrata (chirotterofauna), per valutare la ricchezza e la biodiversità che la grotta di Ubavica ospita. L’indagine geologica è stata condotta attraverso il campionamento delle diverse tipologie di rocce presenti lungo tutto lo sviluppo della grotta. L’analisi del materiale campionato permetterà di determinare il periodo di formazione dell’ipogeo di Ubavica e le formazioni geologiche in cui si sviluppa.  È stato, infine, realizzato un rilievo in 3D mediante Laser Scanner. Lo scorrimento, l’altezza e la temperatura dell’acqua presenti nella grotta hanno reso le operazioni non affatto semplici. C’è però sicuramente molta soddisfazione per il risultato conseguito, dato che il rilievo 3D prodotto potrà essere utilizzato per ottenere un Virtual Tour della grotta, estremamente utile per attività didattiche con persone disabili o che non possono accedere al sito.  

Tutte queste iniziative hanno contribuito di fatto alla realizzazione e fondazione dello Speleological Training Center in Vrutok (MK): un vero e proprio Centro di Speleologia permanente dover poter portare avanti attività di formazione speleologica e didattica ambientale a diversi livelli.

Sponsor